S.Arcangelo Trimonte: non si sverseranno rifiuti da fuori provincia

pubblicato da entroterra.org il giorno 21 giugno 2011


giugno 21, 2011

Chiude in pareggio il bilancio 2010 della Samte, la società della Provincia di Benevento che si occupa della gestione del ciclo dei rifiuti. Il documento finale è stato approvato ieri, nel corso dell’Assemblea dei Soci tenuta presso la Rocca dei Rettori, a cui hanno preso parte il presidente della Provincia, Aniello Cimitile, l’assessore provinciale all’Ambiente, Gianluca Aceto, l’amministratore unico della Samte, Luigi Diego Perifano, e il direttore tecnico della società, Paolo Viparelli.

Come sottolinea la stessa società provinciale, “l’equilibrio di bilancio – raggiunto grazie a una gestione attenta – consentirà di non aumentare la tariffa praticata per il conferimento di rifiuti presso lo Stir di Casalduni nell’anno 2010. Nell’ambito delle operazioni di chiusura del bilancio, sono state appostate anche le risorse finanziare per fronteggiare eventuali spese impreviste legate alla gestione e alla messa in sicurezza degli impianti dismessi presenti sul terreitorio provinciale. L’Assemblea dei soci, infine, è stata anche l’occasione per prendere in esame le conseguenze negative per la gestione provinciale derivanti dal riesplodere dell’emergenza rifiuti nelle province di Napoli e Salerno. A tal proposito, in mancanza degli auspicati provvedimenti governativi sul ripristino dei conferimenti extra-regionali, è stata assunta la decisione di preservare la capacità residua del “lotto 1” della discarica di Nocecchia, a Sant’Arcangelo Trimonte, chiudendola ai conferimenti di rifiuti extraprovinciali