Inchiesta Arpac: Mastella e Co. rinviati a giudizio. Cade l’accusa di associazione a delinquere

pubblicato da entroterra.org il giorno 1 aprile 2011


aprile 1, 2011

Il Gup di Napoli Eduardo De Gregorio, al termine dell’udienza preliminare nell’ambito dell’inchiesta Arpac, ha disposto il rinvio a giudizio per Clemente Mastella, ex ministro della Giustizia e leader dei Popolari per il Sud e per altri indagati, tra cui la moglie Sandra Lonardo e l’ex assessore regionale Andrea Abbamonte.

E’ caduta l’accusa di associazione per delinquere contestata agli indagati coinvolti nell’inchiesta. Mastella, secondo quanto si è appreso, è stato rinviato a giudizio per le accuse di truffa, appropriazione indebita e abuso d’ufficio. I primi due capi di imputazione si riferiscono all’acquisizione al patrimonio familiare dell’europarlamentare di due appartamenti romani di proprietà dell’Udeur, nonchè della testata giornalistica Il Campanile.

L’abuso d’ufficio è invece relativo all’assegnazione di incarichi da parte dell’ Arpac. Il processo comincerà l’11 ottobre davanti alla I sezione del Tribunale, collegio A.